Friday
22/Sep/2017
14:38
Main
Publisher
FANTASCIENZA E NON SOLO Welcome Guest | RSS Registration
Login
Site menu

Logo

web polls
Rate my site
Total of answers: 28

IP Address

login

Main » Articles » My articles

recensione della raccolta horror 'Dalla parte sbagliata' di Enrica Aragona

Dalla parte sbagliata

di Enrica Aragona



Editore Lulu

ISBN 978-1-4477-4195-4
Pagine 118
Genere: Thriller-Ghost story
Prezzo € 10,00

 

 

Antefatto: 
Enrica Aragona, alias ‘La strega spocchiosa’, abile e stimata blogger nonché nemica della SF e del fantasy, è in realtà più nota quale Nayan, l’ex vice-amministratrice del WD. In questo libretto ci propone tredici racconti horror di vario genere: alcuni sono delle vere e proprie ghost story, altri comuni gialli, altri ancora dei thriller/noir soprannaturali. Insomma, per gli amanti del mistero c’è davvero di che leccarsi i baffi. Il Cosmobabbuino ha fatto un’eccezione alla regola e ha ben volentieri letto questa mini-antologia. Il risultato finale, forse viziato dalla pregressa conoscenza dell’autrice e delle sue notevoli potenzialità, è inferiore alle attese, ma tutto sommato non malvagio.


Trame: 
Non posso dire che Enrica si sia sforzata troppo nel conferire originalità al narrato, giacché i racconti sono tutti molto brevi e le dimensioni ridotte le hanno parzialmente legato le mani.  Ciascun brano segue uno schema abbastanza classico e prevedibile: introduzione all’anomalia, cammino a spron battuto verso il colpo di scena finale, casuale perdita per strada di un indizio, finale a ‘sorpresa’ in stile fucilata. 

Andando a esaminare in dettaglio le trame scopriamo che nei racconti più propriamente gialli/noir, quali ad esempio ‘La messa è finita’ o ‘Dieci anni anzi nove’ la narrazione è rapida, fluente e incalzante, il finale grottesco e un po’ intuibile. 
La trama è parimenti sciolta nei racconti dediti al soprannaturale, quali ‘Bionda assassina’, ‘Il ballista’ o ‘Inizio novecento’. Tutti i brani, eccettuato quello conclusivo, sono infilati alla svelta come perle su una collana. Il livello narrativo è abbastanza omogeneo, a mio personale parere i migliori in assoluto sono l’umoristico ‘Bionda assassina’ e il tristissimo ‘Dillo a noi’. ‘Il tredicesimo racconto’ (è uno scherzo letterario in realtà) e ‘Diletta’ mi sono sembrati i più deboli e tirati via.


Stile: 
Fluido e curato, molto avvincente. I dialoghi, causa la ristrettezza degli spazi, sono minimali e di scarsa rilevanza, fatta eccezione per l’occasionale semina dell’indizio. I monologhi interiori sono angoscianti e sentiti (ad es. ‘L’ultimo Metrò’ o ‘Un regalo perfetto’). La costruzione delle storie, in omaggio alla forma del racconto breve, è limitata all’essenziale. La sintassi è ben curata, occasionalmente sono presenti refusi addebitabili a distrazione (due o tre, non di più) e qualche virgola di troppo.


Intreccio: 
Fatta eccezione per l’ultimo racconto, l’intreccio di ogni storia è ben organizzato, quantunque le scelte stilistiche impongano una costante semplicità. Tuttavia, fatta eccezione per un paio di finali ‘a sorpresa’ letteralmente telefonati (non vi dico quali), il pathos narrativo trasudato dal testo trattiene il lettore fino alla fine. Purtroppo il numero di personaggi ospitato in ogni storia, forzatamente limitatissimo, restringe le ricerche sul possibile colpevole/assassino, altro portato negativo della brevità delle storie.


Giudizio: 
Dalla parte sbagliata è un’esercitazione stilistica dell’autrice, la quale ha curato un prodotto decente e ben leggibile, senza però trasfondervi che piccola parte del proprio potenziale. La lettura di questi racconti è piacevole e non disturba, ma da una scrittrice di valore è lecito attendersi molto, molto di più. La forma antologica prescelta esalta le doti di narratrice tout court dell’autrice, per questo faccio tanto di cappello, ma di contro ne frustra enormemente le potenzialità caratterizzativo-descrittive, riducendola a duellare con l’alabarda in uno sgabuzzino. A dirla tutta, ritengo la penna di Enrica superiore a un target di lettura da ‘mera evasione’ e confido di rileggerla su testi più ricchi e rappresentativi, nei quali si sia concessa completamente.

 

VOTO 6



EDORZAR

 

Category: My articles | Added by: edorzar (03/Aug/2011)
Views: 427 | Tags: la strega spocchiosa, enrica aragona, writer's dream | Rating: 2.8/4
Total comments: 0
Only registered users can add comments.
[ Registration | Login ]
Search

Site friends

Section categories
My articles [56]


Copyright MyCorp © 2017