Wednesday
26/Jul/2017
15:31
Main
Publisher
FANTASCIENZA E NON SOLO Welcome Guest | RSS Registration
Login
Site menu

Logo

web polls
Rate my site
Total of answers: 28

IP Address

login

Main » Articles » My articles

Recensione del romanzo di fantascienza "E-Doll" di Francesco Verso



E-Doll

Urania 1552

Di Francesco Verso

 

Parere critico 

 

Si tratta di un romanzo di fantascienza edito da Urania Mondatori e vincitore dell’omonimo premio "Urania 2008”. L’autore è Francesco Verso.

 

Trama

Molto complessa.

In una Mosca del futuro prossimo l’ispettore Gaikin scopre un e_doll distrutto.

L’e_doll che fornisce il titolo al romanzo altri non è che un automa umanoide, un androide prodotto su scala mondiale dalla misteriosa e sinistra multinazionale russa Silitron. Il compito precipuo di ogni e_doll è quello di fornire piacere sessuale a costi non alla portata di tutti.

Nel prosieguo del romanzo Maya, ragazzina ribelle e immorale scappa dalla casa condivisa con la rigida madre e incontra Angel, e_doll esperto e di penultima generazione. Grazie ai consigli di Angel e facendo ricorso al proprio sex appeal Maya convince Vasiliev, alto dirigente della Silitron, ad assumerla come e_doll in prova e sotto la supervisione di Angel si propone quale giovane prostituta d’alto bordo.

In un incedere lento frammisto alle farraginose indagini di Gaikin e ai mille dubbi esistenziali che affioreranno progressivamente in Angel, si scoprirà che l’inventore degli e_doll alias ‘il fabbricante’ altri non é che il nonno di Maya.

L’incontro finale tra nonno e nipote favorito da Angel si rivelerà tuttavia poco utile ai fini dell’azione, giacché il fabbricante deluso per l’utilizzo generalizzato degli e_doll quali prostitute, come imposto dalla Silitron, sarà ben presto inquisito per aver manomesso gli automi secondo specifiche non conformi ai dettami della committente.

Maya alla fine  tornerà a  vivere con la bisbetica madre e Angel sarà semidistrutto da un cliente particolarmente furioso. Sarà sempre Maya a staccare la spina ad Angel semidistrutto favorendo la sua volontà di suicidio, vero portato della scintilla d’umanità impressa nei suoi circuiti dal fabbricante. Il suicidio-omicidio di Angel di fatto risolve il caso dell’e_doll morto di cui in apertura e il romanzo si conclude in stile fratelli Karamazov, con Maya e la madre riappacificate che ponderano sulla strategia processuale più utile alla scarcerazione del nonno/padre.

 

Stile

Ampolloso e ricco, leggermente pedante. Francesco Verso scrive molto bene e tanta ricercatezza nuoce al filo della narrazione che talvolta s’inceppa in sub-intrecci e colte divagazioni. E_ doll non è un romanzo da leggere sotto l’ombrellone ma un’opera da gustare nella solitudine di uno studio silenzioso. L’autore è un esponente del Connettivismo italiano e pur evidenziando qua e là piccoli elementi aasimoviani l’opera in questione non manca di escursioni prettamente filosofiche, tipiche di tale corrente. Il mostrato e il raccontato si alternano convulsamente, avvicendandosi con elementi introspettivo - didattici senza linee di demarcazione nette.

 

Intreccio

La storia è molto complessa e il criptico riassunto che ne ho proposto è minimale e incompleto. Oltre i fatti in sé e per sé la telecamera del narratore inquadra vari altri personaggi minori che, ognuno per la sua piccola pagina, concorrono alla sensazione di lascivia e bestialità contrassegnanti il confine inferiore di questo voluminoso romanzo. Il confine superiore invece è indefinito, conteso fra:

o   L’abbozzata crescita interiore di Maya che gradualmente si affrancherà dalla ninfomania ‘di protesta’ per abbracciare uno stile di vita più acconcio;

o   lo sviluppo spirituale di Angel che passo dopo passo soppeserà il valore della morte in quanto scelta rispetto a una vita eteroimposta e in ogni caso non sua, fino alla scelta finale del suicidio;

o   l’ondeggiare di vari personaggi (Gaikin, il Fabbricante, l’e_doll Shalla ed Eva madre di Maya su tutti) tra il male animalesco e il bene potenziale, senza che sia intrapresa alcuna scelta netta.

 

E_Doll lascia molti interrogativi in sospeso e vari elementi tronchi fanno sospettare che l’autore ne scriverà un seguito.

 

 

Giudizio

E_doll è un romanzo completo e interessante, di lettura non facilissima e -a parere di chi scrive- costituisce un piccolo capolavoro mancato. Scrivo di un buon romanzo e non di un best seller poiché Verso si è lasciato prendere da una perdonabile frenesia, non rara nel giovane scrittore invitato a pubblicare da un colosso dell’editoria: il metterci troppo della propria notevole cultura, edificando un’intercapedine di erudizione e colte citazioni che accompagna il romanzo già tutt’altro che breve dalla prima all’ultima pagina. A me personalmente è molto piaciuto così com’è ma un neofita del genere sci fi ovvero un accanito lettore di classici di genere potrebbe non amare queste continue introflessioni didattico-formative e storcere la bocca.

 

 

Il voto è positivo: 7,5.

 

 

 

 

Category: My articles | Added by: edorzar (29/Nov/2010)
Views: 564 | Rating: 3.5/4
Total comments: 0
Only registered users can add comments.
[ Registration | Login ]
Search

Site friends

Section categories
My articles [56]


Copyright MyCorp © 2017