Wednesday
26/Jul/2017
15:27
Main
Publisher
FANTASCIENZA E NON SOLO Welcome Guest | RSS Registration
Login
Site menu

Logo

web polls
Rate my site
Total of answers: 28

IP Address

login

Main » Articles » My articles

I robot di La Marmora di Alessandro Girola

I Robot di La Marmora



I Robot di La Marmora

di Alessandro Girola

Editore Plutonia Experiment-Amazon

Pag. 90

Formato Epub e Mobi

 

 

Quarta: 1864: Un'astronave-colonia degli alieni Nekton è naufragata sulla Terra, nel cuore dell'Impero Austriaco. Lontani anni luce dal loro pianeta, i Nekton hanno scelto di allearsi con gli Asburgo, ricevendo ospitalità in cambio di tecnologia. Grazie a questo patto, gli Austriaci dispongono ora di mostri guerrieri, di carri corazzati e di altre prodigiose armi con cui sfidare il mondo.

Ma non tutti i Nekton hanno accettato la decisione del loro ammiraglio. 
Una minoranza di alieni, ritenendo tale strategia contraria alle direttive della missione, ha chiesto asilo politico nel vicino Regno d'Italia.

La dote che questi disertori han portato con sé è quella dei Giganti: enormi automi pilotabili dagli esseri umani, unico baluardo contro le preponderanti forze nemiche.


Stile: molto pulito ed essenziale. I numerosi riferimenti storici (spesso volutamente alterati) non annoiano e anzi, rendono la lettura molto appassionante. La fantasia dell’autore e la ricostruzione ucronica della guerra Austro-Prussiana, ben convogliate da un lessico bilanciato e da una sintassi da manuale, rendono l’approccio al testo estremamente piacevole.


Intreccio: la terza guerra d’indipendenza italiana, grazie alle armi dei dissidenti Nekton e alla lungimiranza di un generale Lamarmora ben più capace dell’originale storico, unitamente al coraggio leonino del capitano Goffredo Gambara, sembra ben più attiva sul fronte meridionale che su quello prussiano.

Gli Austro Ungarici paiono rinati, le invenzioni bio-meccaniche dei mostruosi alieni che li supportano sono sul punto di regalargli la vittoria da un momento all’altro… ma né Gambara né gli altri sei piloti degli umanoidi meccanici intendono cedere, fino a sfidare l’immensa bio-astronave madre imperiale. C’è tanta fantasia e molto rispetto per la storia, malgrado gli ovvi mutamenti che l’autore ha dovuto introdurre per armonizzare la terza guerra d’indipendenza all’imprevedibile comparsa dei naufraghi Nekton. Mozzafiato gli scontri a fuoco, rimarchevole il bombardamento austriaco su Milano.

L’esperimento di introdurre uno steam punk risorgimentale mi sembra riuscito, la brevità del testo non  consente di approfondire molto le psicologie dei militari italiani e men che meno l’insondabile ieraticità degli scout alieni, cionondimeno la lettura è risultata avvincente e la trama di questo romanzo breve, sospinta da uno stile rapido e avvincente, è immune da pecche.


Giudizio: avventurarsi nel genere steam punk, costola fluttuante della SF che annovera per ogni lettore tre aspiranti criticastri, è un’impresa coraggiosa. Alessandro ha zittito tutti, la sua prosa è di tutto rispetto, il narrato piacevole e forse, unico limite del romanzo, rivolto a un pubblico di persone colte. Ma anche chi non ama la storia risorgimentale potrà apprezzare queste pagine, vera adrenalina al vapore italico.



Edorzar

Category: My articles | Added by: edorzar (20/Aug/2013)
Views: 368 | Comments: 2 | Rating: 4.0/3
Total comments: 1
1  
Troppo gentile!
Lieto che il mio ebook ti sia piaciuto.
La cosa che più di tutte mi fa felice è quella che tu indichi come un limite wink
Anzi, la mia speranza è che il mio racconto incoraggi qualche "profano" a leggere qualche libro di storia risorgimentale.

Only registered users can add comments.
[ Registration | Login ]
Search

Site friends

Section categories
My articles [56]


Copyright MyCorp © 2017