Friday
22/Sep/2017
14:33
Main
Blog
FANTASCIENZA E NON SOLO Welcome Guest | RSS Registration
Login
Site menu

Logo

web polls
Rate my site
Total of answers: 28

IP Address

login

archivio

Main » 2011 » December » 28 » Quando l'esordio é prematuro
16:28
Quando l'esordio é prematuro

Cari i miei primati del cosmo, questo 2011 che finalmente ci sta rivolgendo le spalle è stato un annus horribilis sotto molti, moltissimi punti di vista.

Tralasciando i miei personali problemi, che non interessano a nessuno,  mentre allo stato sto terminando la lettura critica del colossale thriller  "Il Quinto Vangelo” di Carlo Santi, non ho potuto esimermi dal continuare, nei limiti ormai noti delle mie risorse culturali e cronologiche, a seguire alcuni esordienti. Il problema riemerso è palese… ma se anche abbiamo un’idea in testa, dobbiamo per forza esternarla?

La pubblicazione è un obbligo?

Di spazzatura me ne è capitata parecchia, per carità, io stesso non sono nulla più di un signor nessuno (e me ne vanto), ergo poco titolato per tranciare sentenze. Tuttavia non è certo per eccesso di autostima che azzardo uno sfogo: ma certe storielle non potrebbero restare nel nostro cassetto? Un ufo colorato e una androide ammaliante e strafeega non costituiscono necessariamente temi fantascientifici, come anche lo sbarco di una presunta navetta luccicante popolata da omini verdi con le antenne… nel giardino di casa nostra.

Eh sì, a tutto c’è un limite e se anche un POD o qualche editore free sfigato potranno farci risparmiare due lire rispetto agli eap meno pretenziosi, non ci sarà impaginazione né editing in grado di tramutare l’aceto in vino. Ragazzi, per scrivere un romanzo di SF occorre averne letti non meno di cento a voler essere moderati. Buttare giù quattro cazzate in croce, colmando i buchi logici col cambio del POV e/o dell’io narrante (ma quanto vorrei scoprire chi è che lo suggerisce) farà solo imbufalire il malcapitato che ci sta leggendo. Se la narrazione è piatta e monocorde non preoccupiamocene troppo, la SF non è Harmony e in ogni caso un buon editor in quel caso avrà qualcosa da suggerirci.

Se invece abbiamo descritto un’orgia di robotesse lesbo o di ufopolizotti ubriachi…  lasciamo perdere.

Che si tratti di imperi stellari, viaggi verso l'ignoto, ucronie, distopie, nuovi orizzonti sociali o horror soprannaturali va tutto bene, perfino l’abusato viaggio nel tempo potrà regalarci soddisfazioni, ove ben sviluppato. Se però la macchina del tempo la nasconderemo in un… tostapane le cose potrebbero andare diversamente. 

Insomma, ben venga la fantasia supportata da un minimo di rigore scientifico, filtrata dall'esperienza desunta da abbondanti letture; poi occorrerà una vaga idea sul come mettere in piedi un’ambientazione decente e possibilmente la piena ABIURA DI TUTTE LE TROVATE DA TELEFILM che ci passano per la mente. Shado è fuori programmazione da 30 anni, Spectreman e Megaloman i ragazzi degli anni ’80  non sanno nemmeno chi siano… ci sarà un motivo?




Guardate, ripeto, non sono nessuno e probabilmente i miei sfogo-consigli lasceranno il tempo che trovano. Forse i più facoltosi tra noi  metteranno il proprio capolavorone in mano alle agenzie fungarole a me tanto care, mentre i più sfigati si rivolgeranno a certi altri blog di venditori di tappeti che ben conosco, ma ricordate sempre e comunque: un testo pessimo resterà pessimo. Un 3 meno meno non diventa 10 né 8. Ok? NESSUNO è MAI MORTO DI MANCATA PUBBLICAZIONE o di AUTOPUBBLICAZIONE.

Sia chiaro, la recensione sfavorevole non guasta, se il prodotto è mediocre o migliorabile e il recensore gratuito ci va giù pesante pazienza… si rimedierà. Ma attenti al caso ben peggiore nel quale il valutatore non a pagamento… SCELGA DI NON VALUTARVI

Bando alle ‘cianciole’: il nostro romanzo di esordio fa onestamente pietà? Ci sono ufetti cannibali che vengon giù da Marte? Fatine poppute che ruzzano e giocherellano sugli Anelli di Saturno? Il nostro vampiro frocio e acchiappone  ha la stessa sensibilità interiore di Padoa Schioppa (bonanima)? In un mattino post-sbornia abbiamo pensato bene di creare un tunnel quantico… nella tazza del cesso del protagonista (l’ho letto sul serio,  che credete)? Beh, se abbiamo pubblicato qualcosa del genere cerchiamo di metterci una pezza:

·        Sapete vendere? Siete piazzisti nati? Quando vendevate i libri di Padre Pio a porta a porta vincevate sempre la penna stilografica di latta zincata con il logo de marrano presso il quale lavoravate? Bene, datevi da fare, sbolognate tutta questa bella roba ad amici, conoscenti, parenti lontani e vicini e… abituatevi a un lungo periodo di gelo, silenzio e chiamate respinte.

·        Siete negati? Mammà vi chiamava ‘maccarone’ già dalla seconda elementare?Ai comizi di strada non vi caga nessuno? In quel caso dell’investimento  non ci potrete rientrare, ma poiché verosimilmente la spesa non sarà stata eccessiva è arrivato il momento di ripescare le ex fidanzate più stronze, i compagni di classe più bulli, i colleghi più insopportabili o arrivisti e affini. Orsù regalate chili di questa bella roba, rinverdite l’inimicizia e fate loro del male. Parleranno male di voi o vi dileggeranno? Rispondete che non capiscono la vera arte, che sono soltanto invidiosi e rosiconi, sientitammè! 




Detto il che, vi ricordo che ai primi di dicembre le Scritture Aliene di EDS hanno finalmente visto luce. Gli albi nn. 1, 2, e 3 presentano racconti assortiti, tutti leggibili e godibilissimi. Non manca qualche perla, i vari Michele Tetro, Francesco Troccoli, Luca Khremo Baroncinj, Tommaso Russo, Scilla Bonfiglioli, Livin Derevel, Alexia Bianchini etc. etc. etc. hanno dato il meglio di se stessi. I tre albi d’esordio (che presto saranno raggiunti da altrettante nuove uscite) sono in vendita anche qui, qui e qui, in attesa di sbarcare anche su piattaforme online generaliste (la solita IBS, Bol ecc. ecc.).




Malgrado alcuni scriteriati attacchi rivolti alla mia persona (e all’intelligenza degli autori) da qualche blog in crisi d’identità, subito pronto a calunniarci (pensate un po’, il Cosmobabbuino avrebbe richiesto agli autori delle Scritture Aliene dei… contributi in contanti! Ah ah ah ah ah ah!) le Scritture Aliene al momento non stanno dispiacendo proprio a nessuno e anzi, cari autori di fantascienza, se volete partecipare e avete per la mente una storia… almeno DECENTE, perché non ci venite a visitare?

Pur essendo ateo rinnovo a tutti gli amici sentiti auguri di buon Natale (passato) e invito gli autori di SF in difficoltà a non mollare. Non siamo nati tutti per essere ricordati, ma un libro decente resterà decente anche se acquistato su una bancarella trent’anni dopo il nostro trapasso. Se non cercate fama, agio né ricchezza, perché demordere?

Se invece volete gloria invitta, abbiate l’intelligenza di cambiare genere letterario.

Il Cosmobabbuino vi saluta tutti, porgendovi un arrivederci all’anno prossimo. Ci si risente nel 2012, Maya e prof. Monti permettendo.

Ciao!

 

Edorzar

Views: 1193 | Added by: edorzar | Tags: POD, scritture aliene, EAP, eds, autopubblicazione, Carlo Santi, sconforto, livin derevel | Rating: 4.5/2
Total comments: 2
2  
Auguri, sagace e tagliente CosmoBabbuino! wink

1  
Great Vito. smile

ps. Le Scritture sono già dappertutto. In quanto a 'scariche' stendiamo un velo pietoso, ma le piattaforme le abbiamo appena 'invase'. Attendiamo che la 'voce' giri.
Puntiamo a testa bassa verso il 2012 e vediamo che succede.

Only registered users can add comments.
[ Registration | Login ]
Search

Calendar
«  December 2011  »
SuMoTuWeThFrSa
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Site friends


Copyright MyCorp © 2017